DOPO L'ACCUSA, TRUMP CHIEDE TAGLI AL DIPARTIMENTO DI GIUSTIZIA E AI BUDGET DELL'FBI

06 aprile 2023 - 09:32 - 811 visualizzazioni

Di Rami Ayub

WASHINGTON (Reuters) - L'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump mercoledì ha esortato i colleghi repubblicani al Congresso a tagliare i budget per il Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti e l'FBI, un giorno dopo essersi dichiarato non colpevole di 34 accuse penali di falsificazione di documenti aziendali a New York.

Trump, che sta cercando di riconquistare la presidenza degli Stati Uniti nel 2024, ha preso di mira le forze dell'ordine federali, sebbene le accuse penali contro di lui - le prime nei confronti di un presidente americano ex o in carica - non siano state mosse da loro, ma dal Distretto Procuratore di Manhattan.

Ma Trump deve affrontare due indagini penali del Dipartimento di Giustizia guidate dal consigliere speciale Jack Smith, nominato dal procuratore generale degli Stati Uniti Merrick Garland. Entrambi sembrano aver accelerato negli ultimi mesi.

"I REPUBBLICANI AL CONGRESSO DEVONO RITIRARE I FONDI DEL DOJ E DELL'FBI FINO A CHE NON TORNANO A SE STESSI", ha scritto Trump sulla sua piattaforma di social media - DOJ sta per Dipartimento di Giustizia in inglese.

È improbabile che la proposta di Trump venga accettata dal Congresso, che ha i Democratici al controllo del Senato e i Repubblicani alla guida della Camera dei Rappresentanti. Sarebbe anche una brusca svolta per i repubblicani, che in passato hanno sostenuto un cospicuo budget per le forze dell'ordine federali, e negli ultimi anni hanno criticato le proposte di sinistra per "definanziare" i dipartimenti di polizia locale.

I repubblicani del Congresso hanno chiesto tagli drastici alla spesa federale in cambio di un voto per aumentare il tetto del debito degli Stati Uniti, ma devono ancora presentare proposte specifiche.

L'FBI, che fa parte del Dipartimento di Giustizia, è l'agenzia di sicurezza interna e di intelligence degli Stati Uniti. Lo stesso Trump ha nominato l'attuale direttore dell'FBI, Christopher Wray, dopo aver licenziato il suo precedente capo, James Comey, nel 2017.

Trump ha sostenuto aumenti dei finanziamenti per il Dipartimento di Giustizia mentre era presidente, tra il 2017 e il 2021. Il budget del dipartimento è aumentato del 4% durante quel periodo, a 38,7 miliardi di dollari, hanno mostrato i dati della Casa Bianca.

Una delle indagini del consigliere speciale si concentra sui tentativi di Trump e dei suoi alleati di ribaltare i risultati delle elezioni del 2020, che ha perso contro il presidente democratico Joe Biden.

L'ex vicepresidente Mike Pence ha deciso di non presentare ricorso contro una sentenza del tribunale che gli imponeva di testimoniare davanti a un gran giurì nell'indagine sulle conversazioni avute con Trump prima che i sostenitori dell'ex presidente repubblicano attaccassero il Campidoglio il 6 gennaio 2019. 2021, Il portavoce di Pence detto mercoledì.

L'altra indagine di Smith si concentra su documenti riservati che Trump ha nascosto dopo aver lasciato l'incarico.

L'FBI ha rifiutato di commentare le osservazioni di Trump mercoledì. Il Dipartimento di Giustizia non ha risposto a una richiesta di commento.

La riduzione dei fondi per le forze dell'ordine federali non influenzerebbe nemmeno un'altra indagine penale che coinvolge Trump, guidata da un procuratore locale in Georgia che sta indagando se l'ex presidente abbia tentato illegalmente di invertire la sua sconfitta nelle elezioni del 2020 in quello stato.

(Segnalazione di Rami Ayyub; Segnalazione aggiuntiva di Sarah N. Lynch e David Morgan a Washington e Karen Freifeld a New York);

Scritto da Daniele Vito

Commenti(0)

Log in to comment