Il Museo del Rock compie 52 Anni "Hard Rock Cafe'"

19 giugno 2023 - 12:04 - 986 visualizzazioni

Un Locale  Punto di Riferimento nel Mondo della Musica, ma anche per la Cucina e nel Turismo.

L' Hard Rock Café è riuscito a fare ciò che sembrava impossibile: combinare un museo con un ristorante. 

Questa non era, tuttavia, l'intenzione degli imprenditori Isaac Tigrett e Peter Morton quando fondarono il locale  nel giugno 1971, a Londra.

La loro idea, infatti, era quella di portare un assaggio della cucina americana da fast food nelle terre inglesi.

hard1.jpg (114 KB)

All'inizio il ristorante aveva solo pochi tavolini, ma alcuni clienti abituali hanno fatto tutto il possibile per cambiarlo. 

Il catalizzatore principale è stato il chitarrista Eric Clapton : all'artista piaceva stare in un angolo del bar che era occupato da George Harisson , chitarrista dei Beatles.

Agendo nel suo tipico stato d'animo di rivalità, Clapton ha offerto uno dei suoi strumenti al proprietario del Café in cambio di alcuni sgabelli. 

Così, ha ottenuto il suo posto fisso accanto alla chitarra, e ha accidentalmente creato la tradizione di collezionare oggetti nel mondo del rock.

hard2.jpg (79 KB)

Pochi giorni dopo, è toccato a Peter Townshend, chitarrista degli Who , dare un contributo alla raccolta per assicurarsi il posto.

 “Il mio è buono come il suo. Con affetto, Pete ", ha scritto sulla nota del pacco. Si dice che si sia pentito di aver regalato la sua chitarra, ma non sia stato in grado di riavere lo strumento.

Da quel momento in poi, sempre più artisti sono saliti sul carro e hanno iniziato a donare i loro oggetti. 

Alcuni dei contributi sono strumenti, costumi, bozzetti ed effetti personali di rock star.

John Lennon ha concesso una bozza di "Imagine", che è ad Atlantic City; Elton John ha donato un pianoforte dipinto a mano all'unità di Punta Cana, l' iconico corsetto a punta di Madonna è stato presentato all'Hard Rock Café di Glasgow e la chitarra di Jimmi Hendrix è presente nell'originale caffè di Londra. Vedi sotto:

hard3.png (418 KB)

hard4.jpg (87 KB)

hard5.jpg (84 KB)

hard6.png (418 KB)

Mercoledì 14 giugno, il primo museo della rete ha compiuto 52 anni di esistenza.

 Attualmente, la collezione conta più di 86.000 pezzi diversi sparsi in tutto il mondo in 165 ristoranti, 31 hotel e resort e 11 casinò.

Il ristorante è presente in città come Tokyo, Atene, Hong Kong, Los Angeles e New York, e opera anche in Brasile. Fortaleza, Curitiba, Ribeirão Preto e Gramado sono le città scelte.

Molte persone raccolgono omaggi da ogni unità e, secondo un dipendente della catena, possono aspettarsi aggiornamenti periodici nella decorazione. In un'intervista a Forbes , Chase McCue, direttore del settore collezioni dell'azienda, ha affermato che gli articoli disponibili si alternano tra le unità. “Il nostro obiettivo è fornire un display aggiornato insieme a aggiornamenti di interior design ogni dieci anni nella maggior parte dei negozi Hard Rock. Non è una regola dura o veloce, ma è dove puntiamo".

hard7.jpg (75 KB)

Ma gli articoli non entusiasmano solo gli amanti del rock. Molti artisti frequentano l'Hard Rock e finiscono per imbattersi in cimeli di se stessi e di altre star. 

Tale è stato il caso del chitarrista Glen Matlock, uno dei co-fondatori della band Sex Pistols , quando ha visitato il seminterrato dell'unità a Londra. 

Secondo la guida Ashraf Mayat, il musicista ha visto una delle sue vecchie chitarre. “Aveva le lacrime agli occhi. Era la sua prima chitarra nella vita, i suoi genitori l'avevano comprata come regalo di Natale” , ha spiegato al quotidiano Mirror UK .

Nonostante l'enorme successo della catena, i due fondatori decisero di porre fine alla loro collaborazione nel 1979.

Ciascun imprenditore rimase parte dell'azienda fino a quando, nel 2007, decisero di vendere le iniziative alla tribù Seminole della Florida . 

L'azienda è gestita da membri e sostenitori di una tribù di nativi americani riconosciuta a livello federale.

Commenti(0)

Log in to comment